↑ Return to Migliori Metafore

Metafore nei libri

“Sentirsi speciali è una delle gabbie peggiori che uno possa costruirsi.”

(P. Giordano, La solitudine dei numeri primi)

“In quanto discenti adulti siamo prigionieri della nostra storia personale”

(J. Mezirow)

“Controllava e schiavizzava quello che avrebbe dovuto essere sempre libero: i sentimenti.”

(P. Coelho, Sulla sponda del fiume Piedra mi son seduta e ho pianto)

“Non ho niente da dire perchè quando non c’è l’amore le parole finiscono. Le pagine diventano bianche, manca inchiostro alla vita.”

(A. D’Avenia, Bianca come il latte, rossa come il sangue)

“Chi vuole vedere l’arcobaleno, deve imparare ad amare la pioggia.”

(P. Coelho,  Aleph)

“Era d’altronde uno di quegli uomini che amano assistere alla propria vita, ritenendo impropria qualsiasi ambizione a viverla.”

(A. Baricco, Seta)


“Io non ho sogni, ho solo desideri perchè i sogni sono un lusso che non mi sono mai potuta permettere.”

(G. Faletti)

“Il silenzio di Cooper era quello di chi ha una domanda che gli urla dentro e ha paura anche solo a sussurrarla.”

(G. Faletti, Niente di vero tranne gli occhi)

“Piccoli sogni, ma che quando si spezzavano diventavano lo stesso un grande dolore.”

(G. Faletti, Io uccido)


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Puoi usare i seguenti tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>